ULTIMI POST

sabato 1 aprile 2017

Ma arriverà,....arriverà il momento di andare a Votare!

In Italia ci sarà una nuova legge elettorale entro l’estate. Non sappiamo se dobbiamo ridere o rassegnarci. Sembra invece che i Partiti stavolta danno su questo la loro Parola d'Onore

di Vincenzo Cirigliano

Questo è quanto ci dicono esponenti del Partito di Governo. No, tratteniamoci dal ridere, stavolta sembra facciano sul serio, avremo una nuova legge elettorale entro l’Estate. Stavolta sembra sia la volta buona, ne sono convinti per davvero, per l'ennesima volta garantiscono sulla parola, .... e questo a ben pensare fa ancora più ridere. Arrivano intanto  le parole, rassicuranti,  del capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato che ha sottolineato “l’impegno di varare la nuova legge entro l’estate“, un impegno – dice – “condiviso da tutti i gruppi“.





Dopo che negli ultimi mesi hanno letteralmente oscurato e silenziato il dibattito inerente la nuova legge Elettorale, le parole di Rosato appaiono come l'ennesima presa per i fondelli dei cittadini Italiani portati con ogni sotterfugio in prossimità della data di scadenza naturale del Mandato Parlamentare, così come volevano le grandi forze Parlamentari che hanno devastato in questi anni l'Italia e che ora mirano a prendere tempo, preoccupati da sondaggi inesorabili che ne certificano il lento ma costante declino. 


Ora vogliono dare l'impressione all'opinione Pubblica di essersi attivati per rispondere al volere degli elettori emerso in maniera chiara dal responso Referendario del 4 Dicembre. Solo ora, quando è matematicamente impossibile organizzare elezioni prima della scadenza naturale dell'attuale Legislatura.  

Incredibile.

Già perchè , tra quelli che ancora votano questi Partiti, non era ancora chiaro ciò che era emerso in maniera netta dalla batosta elettorale del 4 Dicembre, dove non solo si è bocciata una riforma Costituzionale di stampo Autoritario, ma si è dato un segnale chiaro alle Istituzioni che sottolinea la completa sfiducia che ormai gli Italiani riconoscono e individuano, in maniera esplicita, nei confronti dell'attuale classe dirigente e di quella che ha segnato negativamente gli ultimi venti anni di Governo in Italia

Una Riforma dettata e voluta dalla grande Finanza internazionale e che mirava ad estromettere definitivamente la volontà popolare dalla vita politica di questo paese, per consegnarla definitivamente nelle mani di interessi costituiti e delle grandi Lobby legate ad interessi privatistici.

Una Riforma che aveva come punto di Riferimento una legge elettorale che Renzi presentava come la legge elettorale più bella del mondo, la Legge che tutti ci avrebbe copiato.


Per questa Legge, secondo questi improvvisati Padri Costituenti, avremmo dovuto piegarci e rassegnarci a smantellare l'unico e solo baluardo in cui ancora oggi i cittadini si riconoscono in questa Nazione, la Costituzione.

Per questi Signori, infatti, il vero problema di questa Nazione è il diritto di voto che ancora oggi viene riconosciuto ai cittadini e tutelato dalla Costituzione. Una gran bella rogna per loro, un impedimento che a tutti i costi dev'essere rimosso.

Se poi nel prendere tempo per scongiurare il cambiamento si concretizza anche la possibilità di conseguire definitivamente il diritto all'assegno Pensionistico, tanto meglio!

Il Popolo vi guarda, vi scruta, vi studia e soprattutto valuta il vostro operato, con un'unica certezza:
arriverà,....arriverà il momento di andare a Votare!

Nessun commento: