ULTIMI POST

giovedì 27 aprile 2017

I Giornali Italiani Minimizzano sull'aumento dell'IVA

di Giuseppe Palma

Ce lo chiede l’Europa, è proprio il caso di dirlo!

Siamo servi dell’UE: il Governo italiano presieduto da Paolo GENTILONI – come del resto i suoi predecessori Monti, Letta e Renzi – non fa altro che obbedire acriticamente ai criminali di Bruxelles fregandosene altamente sia dell’interesse nazionale, sia dello stato (pietoso!) in cui versa l’economia del nostro Paese già da diversi anni a questa parte.




L’agenda politica dei Governi succedutisi dal novembre 2011 in avanti è infatti dettata – senza resistenza alcuna da parte di chi dovrebbe difendere il popolo italiano e la sua Costituzione – dai burocrati di Bruxelles e Francoforte!


Ma veniamo al punto: secondo la “manovrina” contenuta nel decreto legge n. 50/2017 (richiestaci proprio dalla sovrastruttura europea), firmata dal Capo dello Stato e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, a partire dal 2018 l’IVA ordinaria aumenterà di ben 3 punti percentuali, passando dal 22% al 25%! Ciò significherà una drastica riduzione dei consumi e, di conseguenza, una contrazione sia del PIL che dell’occupazione! Ma al Governo, e alla maggioranza parlamentare che lo sostiene, non interessa! Per loro prima vengono le esigenze criminali di Bruxelles e del capitale internazionale, e poi – se ne avanza – quelle del popolo italiano!

Tuttavia, circostanza che fa ancor più rabbia, è il servilismo dei giornaloni nazionali. Leggete come IlSole24Ore (che non è il solo) presenta la notizia dell’aumento dell’IVA:

“L’anno prossimo l’aumento del 3% dell’Iva su beni di largo consumo, che è attualmente previsto, si dimezza a un +1,5, spalmando l’altra metà dei rincari nel 2019 (+0,5%) e nel 2020 (+1%). Per l’aliquota ordinaria del 22% il prelievo crescerebbe di tre punti come previsto dalle norme attuali, per poi aumentare solo dello 0,4% e non più dello 0,9% l’anno successivo” http://www.ilsole24ore.com/articlegallery/norme-e-tributi/2017/manovrina/index.shtml?uuid=AE9YR69 (IlSole24Ore – Norme & Tributi – articolo del 23/4/2017).

Nemmeno durante il regime fascista i giornalisti erano così asserviti al potere! Una vergogna per l’intero giornalismo italiano e per la libertà d’informazione!

Siamo in dittatura! E chi ci governa è vile collaborazionista dello straniero, uno straniero che calpesta senza alcuna pietà la nostra Costituzione e i diritti fondamentali in essa sanciti!

Il Governo italiano aumenta l’IVA perché ce lo chiede l’Europa (la famosa manovra aggiuntiva da 3,4 miliardi richiesta da Bruxelles, divenuta da 3,1 miliardi per “bontà” loro): ciò costituirà l’ennesimo e criminale massacro sociale ai danni del popolo italiano! Un Parlamento di nominati, composto da deputati e senatori “eletti” con legge elettorale dichiarata incostituzionale, che a sua volta esprime la fiducia ad un Governo di non eletti espressione dell’establishment eurocratico, sta letteralmente distruggendo il Paese! E noi lì a guardare… del resto, come scrivo ormai da diversi anni, restando nell’€uro non v’è alcuna via di salvezza!


Nessun commento: