ULTIMI POST

sabato 31 dicembre 2016

Puntare alla Maggioranza di Governo. L'alternativa è l'Autoestinzione




di Vincenzo Cirigliano

Il M5S è in questi giorni costantemente sottoposto ad un attacco senza precedenti sferrato da ogni parte e da ogni dove, da tutte le forze politiche Parlamentari che vedono in questo soggetto politico una minaccia concreta al loro potere incondizionato e consolidato. Paradossalmente questi vili attacchi potrebbero rivelarsi, nel breve-medio periodo, dei veri boomerang per chi li sta compiendo, considerato il fatto che la gente comincia a capire le vere finalità di queste vere e proprie azioni di discredito, portate avanti con insistenza sospetta da tutti i media ed i giornali allineati.





Il M5S in tutto questo succedersi di eventi, non deve perdere di vista quello che è il vero obiettivo perseguito e voluto dal giorno della sua nascita e che, fondamentalmente, è quello di dare un'alternativa di Governo ai cittadini Italiani per riprendersi e governare questo Paese.
Non perdere di vista l'Obiettivo e soprattutto non dimenticare i presupposti e le basi che il M5S si è voluto dare in questi anni e che sottolineano tre cose in particolare:

- il M5S ha motivo di esistere solo se lo vogliono gli Italiani e se c'è veramente l'opportunità concreta di cambiare questo Paese, senza compromessi, con le mani libere e sganciati da ogni potere costituito

- Fiducia incondizionata dei cittadini, che nel M5S dovranno percepire concretamente il cambiamento, con un distacco totale dai dettami della vecchia classe politica avvinghiata ad interessi personali e di nicchia. Ecco la necessità di Governare necessariamente senza alleanze che potrebbero rivelarsi dei veri vincoli e degli insormontabili intralci di percorso.



- Il M5S non deve esistere per forza, ma potrà anche decidere di sparire dalla scena politica Nazionale e Locale se i cittadini non capiranno la vera portata storica di quanto il M5S sta loro offrendo, ossia la possibilità di chiudere con il vecchio modo di far politica, per incanalarsi in un profondo percorso di cambiamento che ha alla sua base la Democrazia Diretta, ossia il cittadino che entra Direttamente nelle Istituzioni e si fa Stato.

Alla luce di questi tre ambiziosi presupposti, il Programma Politico del M5S per le prossime Elezioni Parlamentari deve mettere in campo delle scelte precise da sottoporre ai cittadini, scelte che presuppongono un deciso posizionamento di ogni singola persona, da cui deve trasparire fiducia e condivisione. Cosi come già esposto in precedenti articoli il fulcro centrale di questo Programma non può non essere, a mio modo di vedere, un punto che è fondamentale per la ripresa di questo meraviglioso Paese: la riconquista di quella Sovranità Monetaria da cui non si può prescindere per il rilancio dell'economia Nazionale. Tema affrontato dal M5S in questi anni con la raccolta di migliaia di firme per la proposta di un Referendum Consultivo sulla permanenza nell'area Euro che però , nonostante l'ampia partecipazione, non ha visto la sua attuazione e promulgazione a seguito della difficoltà di portare in Parlamento e far approvare una Legge Costituzionale che consenta un Referendum di Indirizzo. 

La soluzione quindi diventa ormai obbligata e passa per le prossime Elezioni Politiche che il M5S dovrà far diventare un vero e proprio Referendum sulla riconquista della Sovranità Monetaria, che dovrà necessariamente attuarsi o con la condivisione in ambito U.E. dei debiti Sovrani con una BCE che diventa Banca Prestatrice di Ultima Istanza, o con l'uscita per Decreto dell'Italia dal Sistema Euro con la conseguente riconquista della Sovranità Monetaria attraverso la ripresa delle funzioni di emissione della Banca d'Italia. Questo dev'essere il presupposto necessario ed imprescindibile di fronte al quale devono essere posti gli elettori italiani e da cui si deve partire obbligatoriamente per impostare un percorso di ricrescita nazionale che rimetta al centro della vita sociale e politica il cittadino e i suoi Bisogni fondamentali. Tutto il resto del programma, dalle politiche Previdenziali e Sanitarie alle politiche del Lavoro, dalle politiche della Famiglia alle politiche per la Scuola, sono tutte direttamente conseguenziali e legate a doppio filo alla riconquista della Sovranità Monetaria. Se i cittadini non avranno il coraggio di avallare questo punto fondamentale, daranno dimostrazione di non aver capito le reali cause che hanno portato le loro vite in un turbine di cambiamento che in questi anni ha letteralmente devastato il loro futuro, il loro lavoro, le loro famiglie in un vortice che in pochissimi anni li ha spinti verso il limite prossimo alla povertà. Nessun Programma Politico, di nessun Partito, potrà originare, oggi, una ripresa, alla luce dei vincoli Europei imposti da questa Europa sempre più legata alla Grande Finanza ed agli interessi delle Banche, che rendono, ahimè, l'Istituzione Comunitaria sempre più distante dai problemi reali dei cittadini. 

E nemmeno si può affidare un programma politico con obiettivi di questa portata ed importanza a Partiti che in passato hanno già tradito i loro elettori e i loro Programmi Elettorali o a personaggi, come Berlusconi,  dal curriculum  giudiziario discutibile che ha già dimostrato in passato (2011) a seguito del suo palese conflitto di interessi di essere facilmente ricattabile dai mercati e quindi incompatibile con politiche che prevedono la messa in discussione del Sistema Euro.

Casomai il voto dei cittadini desse responso negativo sul tema della Sovranità Monetaria, se ci saranno ancora cittadini che, non avendone capito l'importanza, continueranno a vendere il proprio voto, se ci saranno ancora cittadini che si lasceranno condizionare dal proprio datore di lavoro, continuando a sottostare al ricatto occupazionale, se ci saranno ancora cittadini che si lasceranno ammaliare dall'ennesima promessa elettorale, allora al M5S non resterebbe che prenderne atto e trarre le dovute conclusioni, volte sicuramente ad attuare una fuoriuscita progressiva dalla vita Politica di questo Paese, appurato lo stretto legame che, ancora, accomuna evidentemente tanti cittadini Italiani alla vecchia Casta Politica e al suo modo di agire e muoversi nella Società civile.

Il Movimento 5 Stelle non è una medicina che ci ha prescritto di prendere obbligatoriamente il nostro medico, il M5S è un'opportunità, un'occasione che viene offerta ai cittadini italiani di riprendersi le loro vite in un contesto di società profondamente diversa che pone la Famiglia, il Giovane, il Bambino o l'Anziano come punto focale delle politica di sviluppo e crescita futura di questo Paese. Dobbiamo essere solo capaci di cogliere questa opportunità sganciandoci da ogni legame che ci lega al vecchio per abbracciare con decisione un futuro diverso, sicuramente più umano, dove l'uomo gioca ancora un ruolo fondamentale. Solo così Il Movimento 5 Stelle avrà una motivazione valida per continuare ad esistere, diversamente non avremo problemi ad eclissarci nello stesso modo in cui siamo venuti alla luce. 
Evidentemente l'Italia non ha bisogno di Noi.

Nessun commento: