ULTIMI POST

mercoledì 7 settembre 2016

A Roma si prepara il terreno per la Rimozione di una Forza Democraticamente Eletta

di Vincenzo Cirigliano

Davanti alla commissione ecomafie, le parole della Raggi che chiariscono in modo limpido e palese la vicenda legata all'Assessore Muraro e su cui si è scatenata una battaglia Mediatica, senza precedenti nella Storia di Roma e forse d'Italia, abilmente orchestrata da un Governo che controlla sistematicamente gli organi di informazione, ormai ad uno stato così servile da poter tranquillamente paragonare l'Italia ad un Regime Dittatoriale a tutti gli effetti. Ben descrivono questo clima incandescente le parole di Diego Fusaro che potete ascoltare nel filmato.



Queste le parole chiarificatrici della Raggi su cui, in un Paese normale, a livello Democratico, si poteva scrivere tranquillamente la parola "Fine" per questa vicenda.



 "Per quanto riguarda le richieste che l'avvocato dell'assessore Muraro ha fatto al pm, io posso dirle che finchè non c'è la conclusione delle indagini gli atti li tiene il pubblico ministero. Le richieste sono state fatte, ma ci è stato risposto a norma di procedura, aspettate o comunque aspetteremo di vedere le carte. Nessuno ha mentito, nel momento in cui siamo stati informati di queste indagini, nello stesso periodo di fatto queste informazioni sono apparse sulla stampa. Noi abbiamo semplicemente detto: siamo a conoscenza dell'esistenza di un fascicolo a carico dell'assessore Muraro; credo che nessuno mi abbia mai fatta la domanda sull'avviso di garanzia, ma risponderei come sto rispondendo adesso a voi, cioè 'a mia conoscenza non c'è alcun avviso di garanzia oggi 5 settembre', per quanto riguarda le indagini, avrei risposto: 'siamo a conoscenza dell'esistenza delle indagini'". 

Ciò che sta succedendo a Roma è un attacco inconcepibile ai danni di un Movimento che è vero, parla di cambiamento, ma ne parla in modo ed in prospettiva Democratica, portando avanti un progetto che rispecchia e segue un disegno di Rivoluzione Democratica improntata al rispetto delle Istituzioni. Innescare un clima di persecuzione nei confronti di una forza che muove più di 10 Milioni di elettori, persone estremamente convinte che in Italia c'è bisogno di un vero Cambiamento, significa portare il livello dello scontro politico ad un livello tale da determinare l'impossibilità di gestire adeguatamente un consenso così vasto e variegato. Chiudere le porte in faccia ad un confronto politico rispettoso e democratico, impedendo di fatto ad una forza Politica, democraticamente eletta dal Popolo, insediatasi da appena due mesi, di poter Governare con tranquillità e serenità, in una situazione sociale  incancrenita, come quella che oggi c'è in italia, a livello sociale significa fare un passo, davvero, estremamente azzardato.

Nessun commento: