ULTIMI POST

giovedì 31 marzo 2016

Federica Guidi e il fidanzato indagato: ministro intercettato, ecco la frase-bomba

DI STOPEURO STAFF

Un nuovo colpo per il governo: all’angolo ci finisce Federica Guidi, il cui fidanzato, Gianluca Gemelli, è indagato dalla procura di Potenza. E lei che c’entra? C’entra, perché un emendamento alla Legge di Stabilità, approvato all’ultimo momento nel dicembre 2014, dava il via libera al progetto di estrazione di petrolio Tempa Rossa, un’opera contestatissima dalle associazioni ambientaliste. E quell’emendamento favoriva le aziende del fidanzato.




La storia emerge dagli atti dell’inchiesta nell’ambito della quale sono state arrestate cinque persone. Tra le carte, anche una serie di conversazioni telefoniche tra Guidi e Gemelli, con quest’ultimo interessato a fare in modo che si sbloccasse l’operazione Tempa Rossa, gestita dalla Total(secondo l’accusa, infatti, le sue aziende avrebbero guadagnato circa due milioni e mezzo di subappalti).

E di questa vicenda, Gemelli, ne parla al telefono con la fidanzata.

È il 13 dicembre quando lei lo rassicura: “Dovremmo riuscire a mettere dentro al Senato se… è d’accordo anche Mariaelena la… quell’emendamento che mi hanno fatto uscire quella notte. Alle quattro di notte… Rimetterlo dentro alla legge… con l’emendamento alla legge di stabilità e a questo punto se riusciamo a sbloccare anche Tempa Rossa… ehm… dall’altra parte si muove tutto!”. Il compagno le chiede se la cosa riguardasse i suoi amici e il ministro gli risponde: “Eh certo, capito? Per questo te l’ho detto”.

Dunque, dopo aver ricevuto la notizia, Gemelli chiama immediatamente il rappresentante della Total: “La chiamo per darle una buona notizia..ehm…si ricorda che tempo fa c’è stato casino…che avevano ritirato un emendamento…ragion per cui c’erano di nuovo problemi su Tempa ross … pare che oggi riescano ad inserirlo nuovamente al senato..ragion per cui..se passa…e pare che ci sia l’accordo con Boschi e compagni…(…) se passa quest’emendamento… che pare… siano d’accordo tutti…perché la boschi ha accettato di inserirlo… (…) è tutto sbloccato! (ride, ndr)…volevo che lo sapesse in anticipo! (…) e quindi questa è una notizia…”.

Infine, dalle indagine svolte dagli agenti della squadra mobile di Potenza, è emerso che l’emendamento era stato inserito nel maxiemendamento alla Legge di stabilità del 2015, modificato dal Senato il 20 dicembre, con il quale si dava il via al progetto Tempa Rossa.

Fonte: Libero