ULTIMI POST

venerdì 8 maggio 2015

Reiniezione, la prof. Colella risponde a Eni

In riferimento alla conferenza stampa del 06/05/2015 sulle acque di Cd. la Rossa (Montemurro), comunico di non poter condividere le dichiarazioni conclusive su tali acque del consulente di Eni Prof. E. Bacci e sulle argomentazioni utilizzate. Ero già a conoscenza di queste conclusioni e durante la mia ricerca avevo già valutato con i miei colleghi il criterio scientifico relativo agli isotopi dell’ossigeno e dell’idrogeno utilizzato dal Prof. Bacci.



Quest’ultimo è un ecologo, ma il problema più importante nel caso delle acque di Cd. La Rossa è quello idrogeologico, tant’è che non a caso nel mio studio ho ritenuto necessaria la collaborazione scientifica con idrogeologi, coinvolgendo colleghi di uno dei maggiori gruppi internazionali, quello del Prof. M.V. Civita del Politecnico di Torino.
Non condivido anche altre dichiarazioni, come il fatto che non avrei confrontato mai le diverse acque, ma questo lo spiegherò nelle sedi opportune. In quanto al confronto con il Prof. Bacci, sono disponibile nei modi dovuti. Apparteniamo a due aree scientifiche diverse (Ecologia, Geologia), e quindi è opportuno che il confronto avvenga a parità di condizioni. Io ho già sottoposto il mio lavoro al giudizio scientifico internazionale in convegni e su riviste scientifiche: sarò lieta di confrontarmi poi con lui in un convegno scientifico internazionale. Concludo dicendo che comprendo l’attenzione di Eni sulle acque di Cd. La Rossa, per le inevitabili conseguenze cui certe conclusioni potrebbero portare, in una situazione critica in cui in Val d’Agri mancano i pozzi di reiniezione, che in genere rappresentano il metodo meno impattante dal punto di vista ambientale per lo smaltimento delle acque di scarto petrolifero, anche se nel mondo non mancano le eccezioni. Mi auguro, comunque, che al più presto si trovino soluzioni alternative, anche di tipo diverso. Albina Colella Professore Ordinario di Geologia Università della Basilicata 

FONTE: BASILICATA24

Nessun commento: