ULTIMI POST

mercoledì 10 settembre 2014

Obiettivo Proposta di Legge per un Sistema di Voto sicuro ed antibrogli. Condividiamo sui Social

di Vincenzo Cirigliano

Arrivare, per il Movimento 5 Stelle, alle prossime Elezioni Politiche con l'attuale sistema elettorale significa ritrovarsi con risultati che nuovamente potrebbero dar adito a dubbi ed incertezze. Per i Parlamentari 5 Stelle è di primaria necessità ed urgenza presentare una proposta di Legge in merito ad un nuovo Sistema di Voto. I dubbi sui risultati del voto del 25 Maggio sono venuti a tutti, non solo a quelli del Movimento 5 Stelle, semplicemente perchè lo scostamento dei dati da quelli che erano i sondaggi prelettorali erano notevoli  e non giustificabili da nessun parametro non controllabile o non preventivabile. Ci si chiede se è giusto andare a votare con il dubbio che le cose possano essere decise altrove e non dalle urne elettorali e quindi dai cittadini. Ci si chiede se esiste un metodo affidabile che garantisca la sicurezza del voto che abbia come caratteristiche peculiari l'anonimato dell'Elettore votante, la verificabilità del voto dato da parte dell'Elettore, la certezza della corrispondenza tra voto registrato nei sistemi Elettronici del Ministero e scheda elettorale depositata nell'Urna. Il Sistema c'è e si basa su metodiche e tecnologie già disponibili. Basta solo volerlo attuare.

Ecco come funziona.

- I seggi elettorali rimangono invariati con Urne, Presidenti, Scrutatori, Rappresentanti di Lista, ecc.
- Nei seggi si dispone un terminale per il voto o più terminali direttamente collegati con il Ministero che acquisisce il voto elettronico dato dall'Elettore.
- il voto al terminale sarà attivato solo dopo aver inserito una card di riconoscimento al suo interno, che può essere anche la card del Servizio Sanitario Nazionale
- Dopo aver dato il voto il terminale rilascia una ricevuta cartacea del Voto che riporta il voto dato ed un codice casuale di voto.
- l'elettore immette la ricevuta nell'urna appositamente predisposta nel Seggio.
- Ad operazioni di voto concluse, si sigillano le Urne. Prima di aprire le urne, si aspetta la divulgazione dei risultati da parte del Ministero, che li ha già acquisiti con il voto diretto elettronico. Il Ministero provvederà quindi a mandare, con posta elettronica certificata, ad ogni singolo Seggio il tabulato con il voto dato da ciascun elettore appartenente a quella Sezione e relativo codice casuale del voto.
- Si apriranno allora le urne ed i Presidenti e scrutatori controlleranno semplicemente, sotto lo sguardo dei rappresentanti di Lista, che le schede nelle urne corrispondano ai dati inviati dal Ministero con i relativi codici casuali e voto espresso..
- I tabulati del Ministero, verificati in sede di scrutinio, saranno esposti nei relativi Comuni per 15 Giorni per eventuali reclami da parte degli Elettori o dei Gruppi Politici.
Possibilità di attuare brogli praticamente zero.
Non lo chiedo mai, ma condividere questo Post per farlo arrivare, più forte che mai, ai Parlamentari 5 Stelle, non sarebbe una cattiva idea.

Nessun commento: