ULTIMI POST

sabato 16 agosto 2014

Lavoratori Italiani.... Attenzione: il Governo ci vuol fregare


Sara Paglini, M5S Senato:

leggo in questi giorni i TITOLONI:
Bufera sull'articolo 18, scontro nel governo. Ncd: abolirlo subito. Il Pd si divide.
"l tema è delicato. Per il Pd in particolar modo. L’art. 18 è un simbolo. Per chi lo difende, per chi lo vorrebbe cancellare."
IL PD SI DIVIDE?????? ma di cosa stiamo parlando, il PD NON SI DIVIDE AFFATTO SUL TEMA ARTICOLO 18 (reintegro sul posto di lavoro se il lavoratore viene licenziato senza giusta causa)
IL PD E’ BELLO E COMPATTO, E AL MOMENTO OPPORTUNO AGISCE DI CONSEGUENZA.
era il 29 luglio 2013, al senato il Movimento 5 Stelle propone tramite emendamento di ANNULLARE le modifiche fatte dalla legge 92 Fornero e ripristinare l’articolo 18 come da legge 300/70.
Si arriva al voto in aula al senato, e come potete vedere dal filmato, IL PD (insieme a tutti gli altri compagni di merende) BOCCIA LA NOSTRA PROPOSTA. quindi.... la smettiamo per favore di prendere in giro i gli italiani e in particolare i LAVORATORI?
Il PD la deve smettere di vendersi per quello che NON E’.

Al PD dei lavoratori NON GLIENE IMPORTA NIENTE ( solo prima delle elezioni va in giro a raccontare balle , poi incassato il voto , si dilegua). In Commissione Lavoro, quasi 2 mesi fa, il presidente di commissione Sacconi, si era gia’ espresso molto chiaramente annunicando che la DELEGA LAVORO Poletti , che a breve porteremo in aula (il famoso Job Act renziano) sevira’ per SUPERARE , cancellare lo STATUTO DEI LAVORATORI. Quindi Renzi, quando 3 giorni fa dichiara che vuole riscrivere lo Statuto dei Lavoratori, non fa altro che avvallare le linee dettate dal suo compare di Forza Italia attraverso la volonta’ del suo esperto in materia Murizio Sacconi.
Be’ l’elettorato del PD ormai non si stupira’ piu’ di tanto no? Renzi stravolge la Costituzione con berlusconi e non puo’ asfaltare lo statuto dei lavoratori con Sacconiberlusconi? Ma nelle Feste dell’Unita’ qualche elettore PD farà presente a Renzie questi fatti o va bene cosi?"

segnalato da Lalla M., Arezzo

*********



Renzi pubblicamente si distacca metaforicamente da quanto detto sull'articolo 18 dall'antiproletario per eccellenza Sacconi e dal risibile Alfano, dicendo di non voler inciampare su un'inutile Ideologia. Nello stesso tempo annuncia che metterà mano alla riforma dello Statuto dei Lavoratori. Renzi fa questo perchè sa benissimo che l'argomento articolo 18 anticiperebbe la rivolta Sociale, che al punto in cui oggi siamo in Italia non tarderà comunque ad arrivare. Nello stesso tempo cerca di prendere in giro nuovamente gli Italiani, raggiungendo gli obiettivi che si era prefissato con l'abolizione dell'articolo 18, diventato ormai il punto di riferimento per i lavoratori, agendo alternativamente sulla riforma dello Statuto dei Lavoratori, sul quale se si mette mani in maniera scriteriata ( e l'attuale Governo in tema di interventi scriteriati, non teme paragoni), provocherà più danni dell'abolizione dell'articolo 18. Ancora una volta Renzi cerca di dribblare l'intelligenza degli Italiani ed in particolare dei lavoratori, ma stavolta il rischio di farsi male è elevatissimo


                                                           Vincenzo Cirigliano

Nessun commento: