ULTIMI POST

lunedì 5 maggio 2014

Gli oligarchi Europei si muovono contro il " Nuovo " che emerge in Europa

Più si avvicinano le elezioni Europee di Maggio, più gli Oligarchi Europei che hanno finora comandato in Europa si sentono in pericolo.
La democrazia è il loro maggior nemico: se oggi l’UE fosse una democrazia e il popolo avesse effettivamente il potere di decidere, probabilmente non ci sarebbe nessuna Troika, nessun pareggio di bilancio – con le conseguenti misure “lacrime e sangue”- , e forse non ci sarebbe più neanche l’Euro. E più ci avviciniamo a Maggio più le formazioni cosìdette “euroscettiche” guadagnano voti, rischiando di far tornare la democrazia in europa, assente ormai da anni.

L’Europa oggi è anti-democratica, lo ha ammesso lo stesso Barroso, il Presidente della Commissione Europea (l’uomo più potente d’Europa), e gli unici che hanno veramente intenzione di riportare il potere nelle mani dei cittadini europei sono coloro che gli oligarchi europei chiamano “populisti“.
E dato il grande “pericolo”, i diktat-ori non hanno perso tempo e hanno fatto uscire tramite una TV francese, dove il partito “populista” di Marine Le Pen è di gran lunga in testa ai sondaggi, un’ inchiesta che mostrerebbe il pericolo che corre la democrazia se a Maggio vincessero i “populisti”.

Paradossale che la democrazia si trovi in pericolo, dato che è visibile a tutti che in Europa la democrazia è scomparsa già da parecchi anni.




Fonte: www.pressnewsweb.it

Nessun commento: