ULTIMI POST

martedì 22 ottobre 2013

PRELIEVO DEL 10%, FMI GLI ITALIANI VOTANO LA MERKEL, PARAGONE PER LA MMT

DI GZ
cobraf.com



"... per un italiano su tre (31%) l’intervento della Troika (Fondo Monetario, Commissione Europea, Bce) sui conti italiani sarebbe una salvezza, una percentuale nettamente superiore al 25% che la ritiene invece una sciagura. ... gli italiani sembrano credere "maggiormente ad economisti e politici stranieri rispetto a quelli nostrani"...Quanto al grado di fiducia nei partiti politici, è solo al 4%, mentre il 68% vorrebbe Angela Merkel come premier. Sono i risultati dell'indagine ...presentata al forum della Coldiretti e realizzata dall’istituto Ixè.... "


I giornali hanno parlato dell'ultimo documento del Fondo Monetario sulle finanze pubbliche che aveva un paragrafo in cui si diceva che per ridurre il debito pubblico al livello pre-crisi del 2007 occorreva un prelievo forzoso patrimoniale del 10% sulla ricchezza delle famiglie. Dopo che il Blog di Grillo in particolare ha sparato "vogliono prendere il 10% dai conti correnti!" il FMI ha detti che non era una raccomandazione e il partito della finanza ha rintuzzato il "falso allarme". La cosa migliore è leggere il documento del FMI che dice: 

a) perchè funzioni il prelievo forzoso non deve assolutamente essere previsto dalla gente, deve essere una sorpresa totale, deve arrivare come un fulmine a ciel sereno per evitare la fuga di capitali. Quindi che lo si debba smentire fino all'ultimo è previsto nel documento

b) la ricchezza lorda delle famiglie italiane è il 600% del PIL, cioè 9.0000 miliardi, dato che il PIL è 1.550 miliardi e il debito pubblico 2.100 mld siamo solvibili, siamo a posto!
Peccato che 5.900 miliardi circa sono valori di immobili. L'Italia quindi nelle statistiche del FMI risulta il paese più ricco del mondo come ricchezza privata pro-capite (il dato della Spagna è sballato perchè valuta ancora gli immobili a livelli gonfiati in modo ridicolo), ma perchè i valori degli immobili sono indicati al 400% del PIL che non è realistico. Se prescindi dagli immobili (valutati in modo eccessivo) e guardi solo alla ricchezza FINANZIARIA quella italiana è nella media, 200% del PIL (lordo). Se consideri che il debito delle famiglie nostro è sul 55% del PIL, contro un 90-100% e rotti nel resto dell'occidente, la ricchezza finanzia netta italiana è solo un poco più alta della media OCDE. 

c) Ma il punto è che il prelievo indicato dal FMI è in realtà del 30%, molto maggiore del 10%.... Il Fondo parla di prelevare "il 10% da chi ha ricchezza positiva", che è circa metà della popolazione e ci sono tabelle nel documento che disaggregano la ricchezza mostrando che in Italia ad esempio è molto fatta per il top 10% della distribuzione del reddito italiana li stimano al 90% (che non ci credo molto, ma è vero che i ricchi hanno molti più immobili che soldi liquidi rispetto alla media della popolazione). Non ha ovviamente però molto senso parlare di ottenere una cifra enorme come il 10% della ricchezza totale tutta in un colpo (perchè c'è gente che dovrebbe vendere case per poter pagare). Se consideri che metà della popolazione ha debiti che pareggiano la sua ricchezza o non ha ricchezza e se consideri che i 2/3 della ricchezza sono immobili, il prelievo del 10% di cui parla il FMI è un 10% su 9.000 miliardi in teoria, ma in pratica un 30%. Dato che per pagare occorre MONETA e il fisco non accetta quote di appartamenti, ne segue logicamente che il 10% di patrimoniale di cui parla il FMI è su 9.000 miliardi cioè 900 miliardi, ma questo è il 30% circa della ricchezza finanziaria, non il 10%. (Come mai la gente è così in difficoltà con l'aritmetica ?)

d) Parlano sul serio ? Se guardi la "box 3" del documento del FMI di aprile a pag 38, l'Italia è uno dei paesi in cui la % di "real money" che detiene il debito pubblico è più bassa (il 20%). Il FMI chiama "real money" gli investitori che sono o banche centrali o grandi fondi e assicurazioni (il pubblico non lo considera "real money..."). L'Italia deve rifinanziare debito pubblico pari al 28% del PIL cioè circa 440 miliardi l'anno. Al momento non ci sono problemi perchè i BTP rendono al netto dell'inflazione più di qualunque altro bond al mondo, un 4.4% - 0.9% di inflazione = 3.5% netto. Ma ovviamente questo dissangua l'economia, si aumentano le tasse per pagare chi ha titoli di stato. La Matematica finanziaria e la lettura dell'insieme dei documenti del FMI dice che o svaluti del -30% o alla fine prelevi un 30%. 

Stando ai sondaggi citati, in cui il 68% degli italiani si augura la Merkel come premier e più italiani vogliono la "Troika" a governare l'Italia di quanti la vedono come nemica, gli italiani se lo augurano, l'austerità non è bastata, ora vogliono anche un salasso patrimoniale. E' l'effetto inconscio del muro compatto di disinformazione, da Gad Lerner alla Gabanelli, che ogni giorno sputa propaganda pro-austerità, pro-banche, pro-finanza e pro-euro (vedi loscandaloso "Report" della Gabanelli recente). 

In TV è tornato ora alla "Gabbia" di Paragone Paolo Barnard che è diventato l'economista del programma e spiega alla lavagna la moneta "a la Mosler", facendo una mini-lezione TV in cui lo Stato crea moneta e il deficit dello stato crea ricchezza o moneta per i cittadini. Questo è ovviamente un progresso rispetto alla Gabanelli, ma non funziona bene come discorso perchè omette che da 25 anni lo stato non crea moneta, ma la creano le banche

Lo schema scritto alla lavagna da Paragone (vedi sotto) è sbagliato perchè è uno schema di come si crea la moneta in cui MANCANO LE BANCHE. Spiegare la moneta, il debito oggi lasciando fuori le banche è come parlare di auto senza menzionare il motore a scoppio, perchè le banche creano il 90% della moneta. Per questo motivo il discorso della "MMT versione Italia" non convince mai veramente. Se tu invece spieghi: "guarda che dagli anni '80 lo stato non crea più moneta, crea solo BTP e le banche lo hanno sostituito, creando moneta sotto forma però di debito. E' per questo che il debito totale di famiglie, imprese, stato e banche stesse è esploso al 350% del PIL e l'economia ora soffoca", allora il discorso fila. In questo modo riesci a spiegare che devi scambiare moneta con debito, non creare moneta "tout-court" che spaventa la gente e fa pensare all'inflazione e svalutazione. Se insisti invece come Barnard che lo stato crea moneta (perchè lo dice Mosler che non è nemmeno vero), confondi come dovrebbe essere il mondo per come è realmente oggi e ovviamente confondi la gente. (Se vuoi la spiegazione dettagliata leggiti le 49 pagine di questo mio documento "Le Banche Creano Moneta", più le 11 pagine di questo altro che contiene gli esempi contabili)

Mao diceva: "grande la confusione sotto il cielo, la situazione è eccellente", ma come tutto quello che ha detto è un idiozia, c'è un caos totale e basta.
(Qual'è la sintesi ? C'è troppo debito, pubblico e privato. O lo compensi e lo ritiri creando moneta, oppure finisci a fare quello che dice il Fondo Monetario).

GZ
Fonte: www.cobraf.com

Nessun commento: